Le 5 valute più importanti da guardare questa settimana

Le 5 valute più importanti da guardare questa settimana: BTC, BNB, ADA, BCH, LINK

Bitcoin sembra forte e gli indicatori indicano una possibile rottura sopra i 14.000 dollari, mentre altcoins potrebbe sottoperformare a breve termine.

La Bitcoin (BTC) ha raggiunto circa il 90% rispetto ai valori minimi di marzo ed è cresciuta di quasi il 191%. L’aumento è stato graduale senza troppe fanfare, il che suggerisce che i credenti cripto sono quelli che hanno comprato nel 2020.

La chiusura mensile di ottobre a 13.798,99 dollari è la più alta di sempre, superando la chiusura di dicembre 2017 a 13.789,68 dollari. La forte performance di Bitcoin Up può ora attrarre i giocatori di slancio e gli speculatori che cercano di trarre vantaggio dalla forza.

Se ciò dovesse accadere, allora la Bitcoin potrebbe prendere slancio e sorprendere gli investitori. Questo potrebbe portare i trader a vendere i loro altcoin per investire in Bitcoin. Quindi, l’altseason sembra essere finita nel breve termine.

Tre delle prime cinque valute crittografiche analizzate oggi potrebbero offrire un’opportunità di trading al rialzo, mentre le altre due potrebbero continuare a diminuire ulteriormente. Osserviamo i livelli critici che possono indicare l’inizio di un movimento di tendenza.

BTC/USD

Bitcoin ha superato i 13.973,50 dollari di resistenza in testa e ha raggiunto un massimo intraday di 14.101,91 dollari il 31 ottobre. Anche se i tori non sono riusciti a sostenere il prezzo al di sopra della resistenza, non hanno ceduto molto terreno al rovescio della medaglia.

Questo suggerisce che i trader non stanno chiudendo le loro posizioni in fretta perché si aspettano un altro tentativo da parte dei tori di spingere il prezzo al di sopra della resistenza.

Sia la media mobile esponenziale a 10 giorni ($13.309) che la media mobile semplice a 50 giorni ($11.505) sono in pendenza e l’indice di forza relativa è in territorio di ipercomprato. Questo suggerisce che i tori sono al comando.

Se la coppia BTC/USD chiude sopra i $14.000, potrebbe iniziare la prossima tappa della tendenza al rialzo che potrebbe raggiungere i $16.500.

Tuttavia, se i tori non riescono di nuovo a sostenere il prezzo sopra i $14.000, allora i trader a breve termine possono scaricare le loro posizioni e gli orsi potrebbero avviare posizioni corte. Una pausa al di sotto dei 10 giorni EMA sarà il primo segno che lo slancio si è indebolito.

È probabile che gli orsi prendano il sopravvento se la coppia scende e sostiene al di sotto del supporto critico a $12.460.

La coppia sta attualmente tentando di tenere al di sopra del 10-EMA. Se questo accade e i tori riescono a spingere il prezzo al di sopra della zona di resistenza di 13.973,50$-14.101,92$, è probabile che si verifichi una nuova tendenza al rialzo.

Tuttavia, la divergenza ribassista sulla RSI suggerisce che la spinta al rialzo si sta indebolendo. Se i venditori possono affondare la coppia al di sotto del 10-EMA, un calo al 50-SMA e poi a $13.000 sarà sulle carte. Il forte sostegno nella zona da 12.750 a 13.000 dollari potrebbe attirare gli acquirenti.

BNB/USD

Binance Coin (BNB) è sceso al di sotto del supporto di 28,50 dollari il 30 ottobre, ma è riuscito a rimbalzare dai minimi intragiornalieri e a chiudere sopra i 28,50 dollari. Tuttavia, il modello di candela doji del 31 ottobre ha suggerito un’indecisione tra i tori e gli orsi.

Gli orsi stanno attualmente cercando di risolvere l’indecisione al rovescio della medaglia e di prendere il sopravvento. Se la coppia BNB/USD si rompe e chiude al di sotto dei 27,50 dollari, aumenterà la possibilità di un calo a 24,86 dollari.

Il calo dell’EMA a 10 giorni ($29,47) e l’RSI nella zona negativa suggerisce che il percorso di minor resistenza è verso il lato negativo.

Contrariamente a questa ipotesi, se il prezzo inverte la direzione e sale sopra i 28,50 dollari, allora suggerirà qualche giorno in più di consolidamento.

Il grafico a 4 ore mostra che il recupero da 27,5111 dollari sta affrontando una resistenza rigida al 10-EMA. Una rottura al di sotto dei 28 dollari potrebbe sfidare il supporto di 27,50 dollari, che se rotta, la prossima fermata potrebbe essere di 26,50 dollari.

Entrambe le medie mobili sono in discesa e l’RSI è vicino alla zona di ipervenduto, suggerendo un vantaggio per gli orsi.

Questa vista sarà invalidata se la coppia si gira e sale al di sopra dei $29. Tale movimento suggerirà un accumulo a livelli più bassi e aumenterà la possibilità di un aumento a $30.50.

ADA/USD

Il Cardano (ADA) si è rotto sotto il motivo ribassista del cuneo ascendente il 26 ottobre e si è immerso nel supporto da 0,0891 dollari. I tori stanno attualmente cercando di difendere il supporto e di spingere il prezzo al di sopra delle medie mobili.

Tuttavia, l’EMA a 10 giorni (0,988 dollari) e l’RSI inferiore a 43 suggeriscono che gli orsi hanno il controllo. Pertanto, il rimbalzo è probabile che affronti una rigida resistenza alle medie mobili.

Se la coppia ADA/USD si abbassa da questa resistenza, gli orsi cercheranno di nuovo di rompere il supporto di 0,0891 dollari. Una tale mossa aprirà i cancelli per un declino al supporto successivo a 0,0755 dollari.

Questa visione ad orso sarà invalidata se i tori possono spingere e sostenere il prezzo al di sopra delle medie mobili. Una tale mossa potrebbe portare ad un rally a 0,11 dollari.